Delivery e mobilità sostenibile, oggi vi parliamo di Milanbike

Filed under: Comunicazione che ci piace, Pausa caffè, Varie ed eventuali

MILANBIKE è un servizio di consegne a domicilio in bicicletta nel comune di Milano, è pensato per aziende, negozi e privati ed è nato per offrire alle persone la possibilità di scegliere un nuovo stile di delivery urbana, più ecologica, veloce ed efficiente.
Noi di Gandini&Rendina siamo particolarmente sensibili all’argomento (vi ricordate di Bike&Bikeil nostro servizio di bike sharing gratuito?) e abbiamo chiesto a Franco Pommella, imprenditore e ideatore del progetto, di raccontarci qualcosa di più.

GR: Quando nasce e come ti è venuta l’idea di creare Milanbike?
FP: MILANBIKE è nata nel marzo 2012, con l’intenzione di far diventare una mia passione, la bicicletta, anche un lavoro. L’idea nasce dalla convinzione che la bicicletta, oltre che un mezzo di svago e sport, possa essere un valido strumento di lavoro, più economico, versatile e veloce di tutti gli altri mezzi di trasporto in città.

GR: Quali sono i valori su cui si basa la filosofia del servizio che offrite?
FP: MILANBIKE vuole dimostrare che un modello di mobilità e di consegna delle merci in città è realizzabile attraverso un mezzo pulito e silenzioso come la bici. A mio parere, se tante altre iniziative come la nostra prendessero vita, il traffico in città creato anche da furgoni e vecchi scooter inquinanti potrebbe essere ridotto del 50% circa. La maggior parte di questi viaggiano peraltro a mezzo carico e questo non è accettabile.
L’elemento trainante dell’idea è stato proprio lo scegliere ragazzi e ragazze che avevano già ben presenti i vantaggi dello spostarsi in bicicletta in città e che intendevano sposare questa filosofia, diventando loro stessi portatori di questo messaggio ogni giorno per le strade di Milano.

GR: Che tipo di formule di consegna offrite?
FP: MILANBIKE è organizzata in tre divisioni: la divisione BIO per la consegna di frutta e verdura; la divisione FOOD che include la consegna di vino, olio e altri alimenti non deperibili e la divisione EXPRESS per la consegna di buste, plichi e pacchi di ogni genere e dimensione.
La formula che suggeriamo per la consegna delle merci in città prevede l’utilizzo del nostro magazzino, a ridosso della circonvallazione esterna, come micro-hub per lo scarico dei prodotti che arrivano da fuori Milano. I nostri corrieri in bicicletta provvedono alla consegna al cliente finale coprendo il cosiddetto ultimo miglio, evitando ai furgoni di entrare in città, con risparmio per i nostri partners in termini di tempo, costi e personale. I clienti finali sono sempre molto entusiasti di vedersi recapitare una cassetta di frutta, una cassa di vino o la spesa del supermercato da ragazzi in bicicletta sorridenti. I nostri corrieri raggiungono invece le aziende che hanno già un loro magazzino in città o gli uffici per la presa e la successiva consegna al destinatario finale.

GR: Quanti ragazzi “pedalano” per Milanbike?
FP: Attualmente fanno parte del team una quindicina di ragazzi e ragazze. Quattro o cinque di questi li potete incontrare facilmente ogni giorno per le strade di Milano. Potrete riconoscerli facilmente: hanno un bellissimo carrellino a rimorchio. Gli altri ragazzi collaborano saltuariamente in funzione dei picchi di lavoro e dei loro impegni universitari (la maggior parte sono studenti).

GR: Per fare questo lavoro è necessario avere abilità particolari o è sufficiente nutrire una grande passione per le due ruote?
FP: Oltre alla fondamentale passione per la bici, in tutte le sue forme, è indispensabile essere ben allenati, perché ogni corriere può percorre mediamente dai 50 ai 100 chilometri ogni giorno.

GR: La consegna più strana che vi è capitato di dover fare?
Ricordo ancora una delle primissime consegne, una torta molto grande consegnata presso un asilo nido privato, dove un gruppetto di neonati che strillavano ha accompagnato il mio arrivo. Ma gli oggetti più strani da consegnare si susseguono quotidianamente: stampe arrotolate lunghe anche un metro e mezzo, protesi dentarie, carte di credito, certificati medici, prodotti a base di alghe, stoffe e vestiti, tappetini per neonati e molto altro.

GR: Visto che arriva la brutta stagione… Consegnate anche sotto la pioggia? :)
FP: A questa classica domanda rispondo sempre con una data. 14 dicembre 2012. MILANBIKE ha consegnato, sotto una nevicata di 15 centimetri, 75 cassette di frutta in quattro ore, come sempre.
Questa domanda andrebbe in realtà rivolta ai corrieri tradizionali che quando piove sono spesso paralizzati in una città che puntualmente impazzisce, vedendosi costretti a ritardare o annullare le proprie consegne. A noi, corrieri in bici di MILANBIKE, la pioggia ci scivola addosso… Proprio in tutti i sensi!

Filed under: Comunicazione che ci piace, Pausa caffè, Varie ed eventuali