ANTEPRIMA MONDIALE DELL’ESPERIENZA “BOOK”

Filed under: Comunicazione che ci piace, Occhio al web

 

Per la serie “tecnologia a piccole dosi”, siete pronti a scoprire il dispositivo portatile più semplice e accessibile mai inventato prima? Perfetto per la lettura, pratico, leggero, è l’invenzione che cambierà il mondo. O che forse lo ha già cambiato…

Con il massimo dell’ironia e tanta genialità, questo video prende in giro la follia che circonda ogni nuova creazione Apple e le ormai leggendarie presentazioni del suo guru, Steve Jobs.

Correte a comprarlo! ;-)

L’ESPERIENZA VIRALE DI TIPPEXPERIENCE

Filed under: Comunicazione che ci piace, Occhio al web

Trasformate un’idea geniale e divertente (e già, hai detto niente!) in un video che coinvolge l’utente e stimola la sua partecipazione, in perfetta coerenza con il prodotto.
Completate con un finale aperto e soluzioni che incuriosiscono, spiazzano e fanno sorridere.
Infine condite il tutto con una bella dose di condivisione e socialità.

Dovreste ottenere qualcosa di molto simile a Tippexperience, un irresistibile e riuscitissimo esempio di video virale, che sul suo canale di YouTube conta al momento più di 47 mila iscritti, oltre a milioni e milioni di visualizzazioni.

Questi numeri dovrebbero farvi capire quanto il video sia irresistibile…
Provatelo a vostro rischio e pericolo perché se iniziate non vi staccate più!

DAL COMIC SANS SI PUÒ GUARIRE

Filed under: Comunicazione che ci piace

Se siete degli utilizzatori maniaco-compulsivi del Comic Sans dovreste tanto per comiciare vergognarvi ;-) e poi iniziare a guardarvi le spalle, perché esiste un sito che vi cerca per riabilitarvi da questo grave problema.
Con un’ironia dai tratti psichiatrici Comic Sans Criminal spiega finalmente come e quando questa font bistrattata può essere usata senza rimorsi morali nei confronti del vostro pubblico (e della vostra creatività).

Siete fumettisti?
State creando contenuti rivolti a un pubblico con un’età minore di 11 anni?
State scrivendo una mail a una persona dislessica (sembra infatti che il Comic sia la font più leggibile per chi soffre di questo disturbo)?

Se avete risposto no, no e no, allora è il caso di lasciar perdere il Comic.
Là fuori ci sono migliaia di font piene di personalità che aspettano solo di essere scoperte. Datevi all’esplorazione, tra loro c’è sicuramente quella che fa al caso vostro.