DANC’IN, È PRONTO IL NUOVO CATALOGO 2012/2013

Filed under: Comunicazione che ci piace, Grafica e pubblicità

Settembre 2012
CLIENTE: Danc’in

Dopo lo shooting di maggio con la ballerina Danah Matthews al Teatro Franco Parenti di Milano, dopo il video del backstage e l’anteprima speciale presentata prima dell’estate, è finalmente pronto il nuovo Catalogo Danc’in 2012/2013 realizzato da Emanuele Pinna e con la direzione artistica di Gandini&Rendina, che si occupa della comunicazione del brand.

Nel Catalogo c’è tutto il mondo Danc’in: non solo splendide foto e calzature di design per il ballo e la danza, ma anche abbigliamento e accessori professionali di altissima qualità.

Scarica il Catalogo Danc’in 2012/2013.

 

DANC’IN E DANAH MATTHEWS, IL VIDEO DEL BACKSTAGE AL TEATRO PARENTI

Filed under: Comunicazione che ci piace

Pubblichiamo il video-backstage dello shoot fotografico Danc’in al Teatro Parenti di Milano, brand per cui la ballerina australiana Danah Matthews ha posato come testimonial e noi di Gandini&Rendina ci siamo occupati dell’art direction e della comunicazione.

E se ve le siete perse, ecco le foto.

CREATIVITÀ APPLICATA, UNA SCATOLA E TANTE EMOZIONI

Filed under: Comunicazione che ci piace

Guardate cosa si può fare con una scatola, un telefonino e tanta creatività…
Questo video è arrivato tra i finalisti del Nokia Shorts e secondo noi è pura poesia!

Nokia ha dato 2 Nokia N8 a 8 filmmaker che hanno realizzato dei video fantastici.
Se volete potete vederli tutti qui, noi vi proponiamo il vincitore.

SAGI HAVIV E IL LOGO PERFETTO

Filed under: Comunicazione che ci piace, Occhio al web

Sagi Haviv è un graphic designer che il The New Yorker ha definito prodigioso. Israeliano d’origine, vive nella grande mela e lavora per Chermayeff&Geismar, agenzia leader nel campo del graphic design e nello sviluppo della brand e corporate identity.

Inutile precisare che quando si parla di logo design e logo restyling Sagi è considerato un vero e proprio guru. Il suo corto Logomotion, portfolio animato con i più famosi brand creati dall’agenzia, e il video girato per BusinessWeek.com, in cui spiega come analizzare un brand e disegnare un logo perfetto, sono già due cult tra gli addetti ai lavori.

Secondo Sagi non esistono loghi belli o brutti, solo loghi giusti o sbagliati. Quello perfetto è adeguato e pertinente per l’azienda e il suo settore, funziona ovunque (dal cartellone grandezza palazzo all’icona app), ha una forma semplice ma un grande pregio, sa essere indimenticabile.

 

CONCORSO BRAND AICI, IL LOGO VINCITORE

Filed under: Comunicazione che ci piace

Il 4 aprile si è concluso il Concorso Brand AICI per il restyling del logo dell’Albo delle Imprese di Comunicazione Indipendenti che si occupa della tutela, dell’equità e del diritto d’agenzia delle piccole e medie imprese di comunicazione, di cui Gandini&Rendina è socio fondatore.

Il vincitore del Concorso è il giovane studente dell’Accademia di Comunicazione di Milano, Antonio Dei Svaldi, che ha creato il nuovo logo unendo tre concetti legati al mondo AICI: l’iniziale, l’albo e la matita. Complimenti!

 

POWERPOINT TI FA SCHIFO? È PERCHÉ TU FAI SCHIFO A POWERPOINT!

Filed under: Comunicazione che ci piace, Varie ed eventuali

Ah le presentazioni di PowerPoint.
Odiate, abusate e snobbate: in ogni settore, in qualunque luogo di lavoro, in ogni angolo del globo c’è sempre qualcuno alle prese con terribili trappole chiamate caselle di testo, sfondi, font, immagini, titoli e allineamenti e spesso la lotta finisce PowerPoint – Mario Rossi, 1 – 0.

Creare una presentazione equilibrata, piacevole ed efficace che non faccia addormentare dopo 10 minuti chi vi deve − magari suo malgrado, tenetelo presente! − ascoltare, non è in effetti una cosa da poco.

A questo proposito la presentazione You suck at PowerPoint! del social media manager australiano Jesse Desjardins è illuminante, ironica, rapida… praticamente perfetta. Ci insegna che PowerPoint è uno strumento di comunicazione da non sottovalutare e che se viene utilizzato con professionalità, intelligenza e creatività merita la dignità e la considerazione che tutti gli negano.
Insomma, non esistono brutte presentazioni, solo “presentatori” incapaci.

ERRORE #1, inserire troppe informazioni
ERRORE #2, non inserire abbastanza immagini
ERRORE #3, scegliere contenuti, font e immagini di qualità orribile
ERRORE #4, disporre i contenuti senza logica, criterio o equilibrio
ERRORE #5, prepararsi la notte prima

 

E se nonostante questo post e i preziosi consigli del dottor Desjardins siete ancora terrorizzati da PowerPoint, provate a sottoporre le vostre presentazioni alla cura Gandini&Rendina.
Vi assicuriamo pronta guarigione e risultati a prova di noia ;-)

IT’S SMARTER TO TRAVEL IN GROUPS, CON DE LIJN

Filed under: Comunicazione che ci piace

De Lijn è il brand dell’impronunciabile Vervoermaatschappij Vlaamse, società statale belga che si occupa dei trasporti urbani e regionali su bus e tram nella regione delle Fiandre.

La serie di spot animati che ha per protagonisti granchi, lucciole, formiche e pinguini è stata ideata per promuovere l’uso del bus per brevi e lunghi spostamenti e sensibilizzare i cittadini sui vantaggi e le facilitazioni che sfrutta chi sceglie di viaggiare in gruppo.

Con lo stile degli spot, un po’ movie e un po’ Pixar, e questi animali, personaggi sempre in bilico tra il tenero e il sarcastico, non sorridere è impossibile.

 

INFOGRAPHICS, TRA INFORMATICA, GRAFICA E INFORMAZIONE

Filed under: Comunicazione che ci piace, Occhio al web

L’infographics (ve ne avevamo già parlato qui) è una particolare tecnica che coinvolge graphic design, 3D, illustrazione e informatica.
Grazie a questa commistione di generi, da anonimi e complicati strumenti relegati ai laboratori di studiosi, matematici e statistici, i grafici si sono trasformati in capolavori creativi conquistandosi l’attenzione di designer, grafici e illustratori.

Abbiamo incrociato i lavori di Alberto Antoniazzi e, visto che gli illustratori bravi ci affascinano poco ;-), vi proponiamo la sua versione infographics della mappa dello stivale, amara, ironica ma molto vera. Vi ci ritrovate?

Per finire, se volete vedere le infographics più cool del web, anche Cool Infographics e Big Orange Slide valgono una visita.

 

DOWNTOWN FROM BEHIND, SCATTI E BICI IN NYC

Filed under: Comunicazione che ci piace

Vi piacciono i blog fotografici? A noi moltissimo.
Sono mostre d’arte virtuali, scorci di angoli del mondo e spunti creativi che gli autori hanno saggiamente e generosamente deciso di condividere con la rete; un pensiero sempre apprezzabile, a prescindere dal livello professionale che lo contraddistingue.

Oggi vi proponiamo un giro (in sella) su Downtown From Behind.
Questo blog raccoglie gli scatti della fotografa Bridget Fleming che ha immortalato più di 200 soggetti tra designer, architetti, direttori creativi, ristoratori, albergatori, imprenditori, artisti, accademici; tutti newyorkesi, tutti in sella alla loro bici, tutti inquadrati from behind, appunto.

Le foto sono originali, curiose e a tratti divertenti, ricche di particolari che aspettano solo di essere scovati: ogni immagine diventa una storia unica di cui il ciclista, con il suo stile e il suo modo di porsi, e la strada, con le sue auto, la sua gente, i suoi colori e i suoi difetti, interpretano la parte dei protagonisti.

Downtown From Behind unisce con successo fotografia urbana e ritratti umani, aggiunge un pizzico di fashion e di stile, strizza l’occhio al tema dell’eco-sostenibile, sfrutta il fascino di un mezzo vintage come la bicicletta. Tutto questo sullo sfondo della città più incredibile della terra.

Insomma, che pedalare vi piaccia o no, un giro fatevelo!

 

SPIEGARE DA DOVE VENGONO LE BUONE IDEE… CON UN’OTTIMA IDEA!

Filed under: Comunicazione che ci piace


Nel libro di Steven Johnson “Where Good Ideas Come From: The Natural History of Innovation” viene illustrata una teoria sulla nascita delle piccole o grandi idee che hanno cambiato il mondo, quelle che hanno fatto progredire le nostre vite, la nostra società, la nostra cultura.
Percorrendo strade tortuose tra presente e passato, tra Darwin e YouTube, tra isole incontaminate e infinite megalopoli, Johnson ci spiega come il contesto storico e l’ambiente in cui viviamo influiscano in maniera preponderante sulla nascita di alcuni tra i più importanti lampi di genio della storia.

Ci sembrava giusto darvi una breve spiegazione dei contenuti del libro che viene presentato in questo video… Ora che siete preparati, potete cliccare play e godervi il modo spettacolare e incredibile con cui Cognitive Media, agenzia inglese specializzata in illustrazioni e video-animazioni, è riuscita a comunicare tutto questo.